Astra Ecologia di Faenza ad Ecomondo 2023 dal 7 al 10 novembre presso la fiera di Rimini

28/10/2023
26 anni di Ecomondo, la fiera di riferimento nel settore ambientale, del riciclo e dell’economia circolare.
Grazie ai propri servizi integrati e contestualmente agli impianti di recupero e smaltimento rifiuti il Consorzio Astra affronta le criticità del settore: << Sul recupero e smaltimento rifiuti serve una svolta – si punti di più all’autosufficienza regionale >> Astra illustra anche la propria attività di gestione rifiuti durante la recente alluvione di maggio in sinergia con Hera e le Amministrazioni locali.

Il Consorzio Astra Ecologia di Faenza è tra i principali espositori nel settore servizi integrati per l’ambiente e impianti di recupero rifiuti dell’Emilia Romagna. Astra presenta a Rimini i propri servizi con la guida del Presidente Remo Camurani e del Direttore Stefano Gabusi. Le priorità attuali nel settore rifiuti, sostiene Camurani, sono quelle di aumentare la prossimità dello stoccaggio puntando all’autosufficienza impiantistica regionale per tutti i tipi di rifiuti, inerti o speciali che siano».
La prima edizione, ricorda il Direttore di Astra Stefano Gabusi, da sempre nel settore rifiuti, si svolse nell’ ottobre 1997, si chiamava “Ricicla”, si teneva alla Fiera di Rimini e la animavano 70 aziende. Martedì 07.11 ancora a Rimini ma in uno spazio espositivo di 98mila m2, Ecomondo festeggia i suoi 26 anni.

Basti pensare, ricorda Gabusi, che a fine anni ‘90 ben il 90% dei rifiuti prodotti in Italia finiva in discarica. La produzione italiana ammontava a 100 milioni di tonnellate. Appena il 4% veniva riciclato. Il 6% finiva nei termocombustori. Oggi il tasso di riciclo è salito al 73%.
Oggi Ecomondo rappresenta il punto di riferimento e di incontro dell’economia circolare, gli obiettivi della fiera aggiunge il Direttore Gabusi, in sintesi sono:
• mettere in contatto le imprese con i più qualificati compratori nazionali e internazionali e lavorare tutto l’anno con una community profilata e con i massimi esperti dell’economia circolare.
• unire in un’unica piattaforma tutti i settori dell’economia circolare: dal recupero di materia ed energia allo sviluppo sostenibile.
• aiutare le imprese a diventare leader nell’innovazione, favorendo lo sviluppo di un ecosistema imprenditoriale innovativo e sostenibile.
• presentare le nuove priorità normative/regolatorie, di ricerca e formazione sul fronte dell’economia circolare, i nuovi processi, anche 4.0 e prodotti annessi alla sua adozione a livello industriale, nelle città e nei territori. In particolare, in collaborazione con associazioni industriali, ministeri ed altre istituzioni, enti di ricerca, la Commissione Europea e l’OCSE, vengono esaminate e discusse le principali novità, necessità, criticità ed opportunità nell’ambito del riuso e valorizzazione dei principali rifiuti tecnici e biologici (incluse le acque reflue), le materie prime alternative e l’ecodesign industriale, la bonifica e la riqualificazione delle aree contaminate, anche marine, e la bioeconomia.

Il Presidente Camurani si aspetta un’edizione ricca di soddisfazioni per il Consorzio Astra, non di meno si auspica che il quadro normativo vada sempre di più in “direzione” di un’economia circolare favorendo il recupero e il riutilizzo dei prodotti recuperabili in linea con le norme Europee e la tutela ambientale».

https://astraecologia.com/wp-content/uploads/2021/09/astra-new-negativo.png
https://astraecologia.com/wp-content/uploads/2021/09/Astra-certificati-DNV-negative-ok.png

ASTRA S.Cons. a r.l.
Via Vittime Civili di Guerra, 5
48018 Faenza (RA)
P. IVA: 01472900396

SDI: SUBM70N
Connettiti con noi